Cerca nel blog

martedì 15 dicembre 2009

dimmi ciò che mangi e ti dirò chi sei


L'uomo per vivere ha bisogno di nutrirsi.
Nutrirsi di cibo.
Mangiare non è solo l'ingerire, masticando e deglutendo, una sostanza solida.
Mangiare è un'attività bellissima. Non si tratta solo di muovere mandibole e mascella in un continuo movimento meccanico per consumare il pasto.
Dagli antri primitivi dove il pasto era consumato nella più totale e desolante solitudine si sono fatti degli incredibili passi avanti sino alla moderna ricerca a tavola ed alla sublimazione del gusto.
Quindi che valore aveva ed ha il cibo?



Esso ha essenzialmente una funzione energetica, ed è quindi importante per far funzionare e rinnovare la macchina corpo, ma possiede inoltre un aspetto più emozionale.

L'uomo primitivo, essenzialmente un raccoglitore e mero cacciatore, considerava il cibo un mezzo per tirare avanti, senza arricchirlo con particolari importanti come la cottura e l'uso dei condimenti ausiliari e dei grassi che daranno poi vita alla Gastronomia.
Non deve sorprendere che dunque la frase"Noi siamo quello che mangiamo", celebre definizione di Giorge Osawa uno dei padri della macrobiotica, ha effettivamente valore e fondatezza.


Gli esseri umani hanno tre scopi nella loro vita biologica:

* crescere
* vivere
* riprodursi



tutto il resto riguarda la mente.

Il cibo è fondamentale perchè assolve a queste funzioni.

L'organismo riconosce i principi nutritivi, cioè i nutrienti, ma non la loro derivazione.
Nell'assimilazione del cibo non c'è coinvolgimento emotivo, ma solo funzionale.
Significa che una proteina, sia che provenga da un filetto di manzo, da un pesce o da un fagiolo, viene riconosciuta sempre e solo come una serie di aminoacidi.
Uno zucchero, sia che provenga dal miele, dal riso o una patata, viene riconosciuto sempre come un monosaccaride.
Questo per scindere chiaramente la parte chimica, biochimica e nutrizionale dell'alimento da quella edonistica e piacevole del cibo, guidata invece dal gusto, dalla vista, dall'olfatto e dalla cultura.

Col termine di principi attivi o nutrienti si identificano tutte quelle sostanze che possono essere direttamente usate dall'organismo allo scopo di:

* ricavare energia
* regolare le attività fisiologiche
* accrescere la struttura organica
* riparare le perdite della materia vivente che si verificano durante le normali attività fisiologiche

Qualche nozione:


ALIMENTI

Gli alimenti si possono classificare in 3 categorie suddivise in 7 gruppi:

A) ALIMENTI PLASTICI


* 1) carne, pesce, uova: forniscono proteine di alta qualità, ferro e alcune vitamine del gruppo B
* 2) latte, formaggi, yogurt: forniscono calcio, proteine di alta qualità e alcune vitamine del gruppo B


B) ALIMENTI ENERGETICI


* 3) legumi: forniscono ferro, vitamine del gruppo B e proteine di media qualità che integrate con quelle dei cereali e tuberi danno proteine di alta qualità
* 4) cereali, tuberi: forniscono carboidrati, proteine di bassa qualità, vitamine del gruppo B
* 5) grassi da condimento: forniscono grassi, vitamine liposolubili


C) ALIMENTI PROTETTIVI

* 6) frutta, ortaggi giallo-arancio, verde scuro: forniscono vitamina A
* 7) agrumi, ortaggi aciduli: forniscono vitamina C


Nella ipotetica macchina uomo potremo paragonare gli alimenti plastici come i costituenti della carrozzeria, gli alimenti energetici come i carboidrati, alla benzina e i lipidi come benzina di riserva, i protettivi, come i sali minerali, alle valvole del motore e le vitamine, all'impianto elettrico e alla batteria.



I NUTRIENTI
Sono i costituenti chimico-molecolari degli alimenti, (LA MOLECOLA: molecola è la più piccola particella di un composto che ne mantiene inalterate le caratteristiche fisico-chimiche, dopo di che si hanno gli atomi, che per la materia vivente sono carbonio, ossigeno, idrogeno e i sali minerali)
Si definisce un alimento proteico o lipidico o altro quando la percentuale di quel nutriente in esso contenuto è prevalente sugli altri. E' evidente che la maggio parte di alimenti contiene più nutrienti .

I nutrienti che servono all'organismo per tutte le sue funzioni sono:

1) Proteine
2) Carboidrati ( zuccheri)
3) Lipidi ( grassi)
4) Sali minerali
5) Vitamine

Si aggiunge anche l'acqua in quanto, pur non apportando energia, è determinante per la vita.
Il senso di questi 5 nutrienti e l'acqua sta nel fatto che il nostro organismo è fatto per il 59% di acqua, il 19% di proteine, il 17% di gassi, il 4% di minerali, 1% di carboidrati e tracce di vitamine

Parte dei nutrienti sono sintetizzati nell'organismo partendo da elementi base, mentre altri definiti ESSENZIALI non possono essere sintetizzati da parte dell'organismo e si devono assumere con la dieta. Questi sono:

1) aminoacidi: leucina, isoleucina, lisina, metionina, fenilalanina, valina, triptofano, tronina
2) lipidi: omega 3 e 6
3) sali minerali: TUTTI
4) vitamine liposolubili: A D E K
5) vitamine idrosolubili: B1, B2, B3, B6, B12, acFolico, acAscorbico, acPantotenico, colina, biotina, inositolo

I minerali e le vitamine devono essere considerati super essenziali per il ruolo che essi svolgono nell'organismo affinché possa utilizzare zuccheri, grassi e proteine.

Oggi tutto ciò spesso viene dimenticato per fare spazio al trasporto mentale ed emotivo che accompagna i pasti e l'assunzione dei cibi.

Al semplice mangiare si sostituisce il gustare cibo invitanti e succulenti, per non parlare di tutte le "schifezze" create da industrie come la motta la barilla la nestle e così via.

ecco che arrivo al punto: bisogna capire che mangiare significa sia nutrirsi per vivere bene in salute, ma anche che vi è un trasporto emozionale nel gustare i cibi.

Occorre trovare un giusto rapporto tra nutrimento e gusto! Mamma mia sembra uno spot pubblicitario ma è vero!!!!

Nessun commento:

Posta un commento

scrivimi la tua opinione, anche tu puoi contribuire al miglioramento di questo blog

post correlati

Related Posts with Thumbnails