Cerca nel blog

martedì 15 dicembre 2009

Cosa sono le smagliature?

Le smagliarture sono manifestazioni di atrofia cutanea di forma lineare a lunghezza e larghezza variabile.


Sono disposte lungo i punti di maggiore tensione cutanea. Tendono ad assumere una disposizione parallela ed essere separate da tratti di cute sana. Normalmente tendono a presentare una disposizione bilaterale.





La causa dell'insorgenza delle smagliature consiste nella rottura delle fibre elastiche e collagene del derma medio-profondo associato a rapidi accrescimenti del corpo. poichè il derma è un tessuto elastico, assisteremo ad un progressivo allungamento delle fibre elastiche sino al punto di rottura. Superato il punto di rottura, le fibre elastiche si attorcigliano retraendosi creando una fenditura nella quale l'epidermide si approfonda determinando quell'aspetto grinzoso tipico della smagliatura.


Ad una osservazione microscopica della smagliatura si evidenzia:

- scomparsa progresiva della rete vascolare dermica

- assotigliamento dello strato epidermico

- rottura delle fibre collagene con sostituzione del collagene giovanile con collagene di tipo fibroso-cicatriziale.

- assenza a livello dello strato basale dell'epidermide, dei melanociti, le cellule che permettono l'abbronzatura. la loro assenza rende la smagliatura molto chiara e non suscettibile all'abbronzatura stessa.

- assenza sia di peli che gh. sudoripare all'interno delle smagliature.


Il sesso femminile è quello più colpito. L'età critica è fra i 15 e 40 anni.


I periodi della vita femminile a maggior rischio di comparsa delle smagliature sono quelli associati a squilibri ormonali: pubertà e gravidanza-allattamento.


Durante la gravidanza il corpo femminile cambia notevolmente; si assiste ad un rapido aumento di peso ed ad un'altrettanto rapida perdita del peso stesso dopo la gravidanza. Ciò comporta una notevole tensione a cui è sottoposta la pelle che, se è associata a scarsa elasticità dermica, comporta la comparsa delle smagliature.


Un altro periodo critico è l'allattamento, basti pensare alla tensione cutanea ed allo stiramento a cui viene sottoposta la pelle durante lo sviluppo della ghiandola mammaria in gravidanza, durante la montata lattea e per tutti i mesi dell'allattamento.


In gravidanza le smagliature possono incominciare verso il 5° mese, ma il periodo più critico è tra il 7° ed il 9° mese, quando la tensione addomonale è massima.


L'esordio è improvviso, nella maggior parte dei casi asintomatico, al massimo viene avvertito un leggero pizzicore o prurito; sintomi che, la maggior parte delle donne non mette in relazione con le smagliature.


All'inizio sono rosso-violacee ( segno di una rete vascolare dermica ancora presente), successivamente assumono colorito bianco-madeperlaceo ( segno di fibrosi cicatriziale )




I punti più colpiti dalle smagliature in gravidanza sono:


ADDOME: presentano una disposizione a raggera o ventaglio partendo dalla cicatrice ombelicale e dirigendosi verso il basso. A volte, più raramente, possiamo trovare una distribuzione trasversale sovraombelicale a comparsa tardiva (ultimi giorni prima del parto)


SENO: distribuzione a raggera rispetto all'areola mammaria


Altre sedi meno frequenti sono:


FIANCHI, COSCE, BRACCIA

Nessun commento:

Posta un commento

scrivimi la tua opinione, anche tu puoi contribuire al miglioramento di questo blog

post correlati

Related Posts with Thumbnails